La Pressoterapia: Come Funziona, quando farla e quando evitarla

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest

La pressoterapia è un trattamento medico-estetico davvero efficace, che aiuta a drenare i liquidi dai tessuti e a migliorare il funzionamento del sistema circolatorio e linfatico.

La pressoterapia viene attuata attraverso l’utilizzo di speciali macchinari dotati di particolari cuscini, gambali e bracciali o fasce addominali (divisi normalmente in quattro sezioni) che vengono gonfiati e sgonfiati secondo una sequenza predefinita, esercitando una pressione sulla zona da trattare, in corrispondenza di determinati centri linfatici e circolatori. Il massaggio avviene con un movimento “a onda”, dal basso verso l’alto, più rapido nella fase di gonfiaggio, più lento in quella dello svuotamento dell’aria.

La terapeuta programma la pressione e la frequenza del massaggio a seconda dell’area da trattare e delle specifiche esigenze di ognuno.

I trattamenti alle gambe sono in genere i più richiesti: in questo caso la pressione, esercitata dal basso verso l’alto, genera un’onda peristaltica dalla pianta del piede fino alla coscia. Questo movimento stimola il deflusso dei liquidi dai piedi fino i gangli linfatici superiori e il cuore. Da qui vengono poi rimessi in circolo ed espulsi dall’organismo.

La pressoterapia alle braccia è altrettanto efficace (ma non deve mai essere attuata in contemporanea a quella sulle gambe) per ridefinire e sgonfiare gli arti superiori.

Se la pressoterapia si concentra sulla zona addominale, i cuscinetti vengono sostituiti da un’apposita fascia. La pressione esercitata ha in questo caso l’effetto di stimolare la peristalsi e riattivare il transito intestinale.

Ogni seduta di pressoterapia dura in media tra i 30 e i 50 minuti. Si consiglia un numero minimo di 8 sedute, al ritmo di 2 o 3 sedute a settimana. Non è necessaria nessuna preparazione specifica al trattamento ma è necessario essere a digiuno quando ci si sottopone a una seduta.

Questo tipo di trattamento estetico è indicato soprattutto per chi soffre di ritenzione idrica, ma è consigliato anche in caso di: edemi, linfedema post-operatorio, gonfiori, stati infiammatori cronici, problemi di peso, traumi articolari (sportivi), stress e patologie dolorose croniche o da trauma.

Il beneficio più immediato è una sensazione di leggerezza e rilassatezza, proprio come durante e dopo un vero e proprio massaggio rilassante… Gli effetti a breve e lungo termine, e quindi quelli più importanti, sono invece l’espulsione di liquidi e sostanze tossiche, l’ossigenazione dei tessuti epidermici e la ridefinizione di gambe, braccia e addome. In definitiva una pelle più bella e soda, una muscolatura più soda e definita e un benessere anche a livello psicologico.

I risultati migliori si hanno se, durante il ciclo di sedute di pressoterapia e dopo la conclusione di queste, si segue una dieta dimagrante, o comunque un’alimentazione sana, si garantisce un buon apporto idrico al proprio corpo e lo si sostiene con una regolare attività fisica.

Prima di iniziare un ciclo di pressoterapia è sempre e comunque necessario un consulto medico, in quanto questo trattamento ha anche delle controindicazioni. La pressoterapia è, infatti, sconsigliata in casi di: flebite o problemi di vene varicose, diabete, insufficienza renale o epatica e trombosi, mentre è assolutamente vietata durante la gravidanza.

Ti senti di comunicare con noi? Fallo!